Crociere alle Isole Eolie

Sabato:
La Vacanza inizia con l’imbarco sul catamarano a Lipari Marina Lunga il sabato alle 18:00.Dopo un simpatico briefing con lo skipper e la sistemazione nelle cabine, si gode subito di un aperitivo a bordo offerto dalla casa per iniziare ad ambientarsi al clima vacanziero.Subito dopo, tutti al supermercato per fare cambusa ed iniziare a godere delle bontà e delle specialità delle isole Eolie.La sera, cena nel borgo di Lipari, dove si può scegliere tra ristoranti eleganti e rinomati o tipici e caratteristici, sempre in riva al mare . A seguire, serata libera, passeggiando tra le vie del borgo e il porto vecchio animati da numerosi locali all’aperto e musica dal vivo dove la mattina arriva sempre troppo presto…

Domenica:
Dopo una colazione a terra con cornetti al pistacchio, granite e brioche, si salpa per il primo scalo alle Cave di Pomice, distante solo pochi minuti, dove possiamo fare un primo bagno in un mare cristallino ed iniziare ad assaporare il piacere e i vantaggi di una vacanza a vela in catamarano alle isole eolie. Un bel pranzo a bordo e un pò di relax, si aprono le vele e si naviga con rotta su Panarea. Poche ore di navigazione, nel confort e comodità che solo un catamarano può offrire, ci portano nell’isola più chic e mondana delle isole Eolie. Si getta l’ancora a Baia Milazzese e ci si rituffa nello splendido mare delle Eolie. Prima di sera, una bella doccia e si scendere a terra, dove sulle terrazze dei numerosi locali, si potrà godere di un aperitivo davanti ad uno dei paesaggi più belli e suggestivi delle isole Eolie con il sole che illumina gli scogli antistanti Panarea e l’isola di Stromboli con il suo caratteristico pennacchio di fumo sullo sfondo. Per la cena c’è solo l’imbarazzo delle scelta tra locali alla moda e ristoranti tipici. La notte, per chi vuole, si può trascorrere nella più famosa discoteca delle Eolie, il Raya o a bordo del nostro catamarano in una bellissima baia sotto le stelle…

Lunedi:
Un tuffo appena svegli e un’ottima colazione nello scenario incantato e fuori dal temo di Cala Junco bastano già a ripagarci del costo della vacanza e siamo solo a lunedì mattina.
In pochi minuti di navigazione si raggiunge Lisca Bianca, Basiluzzo e Lisca Nera, dove la mattina trascorre gioiosa tra snorkeling, tuffi, sole e relax in un mare dai colori caraibici e fondali ricchissimi di vita fino a sedersi di nuovo a tavola per un ottimo pranzo a bordo e un primo pomeriggio di relax. Poi ancora una volta con le vele al vento, in rotta su Stromboli. IDDU, il vulcano più attivo d’Europa dove le forze della natura si possono toccare con mano.
Nel pomeriggio, caliamo l’ancora sotto il caratteristico paese di Vulcano in perfetto stile Eoliano, dove, dopo una rigenerante doccia, scendiamo a terra per un aperitivo sulla magnifica terrazza panoramica del bar “Ingrid” e una passeggiata tra le viuzze del paese. Dopo cena, al ristorante o in barca, andiamo ad ammirare uno degli spettacoli naturali più suggestivi del Mediterraneo. La sciara del Fuoco, un fenomeno che ha motivato nell’antichità all’isola l’appellativo di “faro del Mediterraneo”.  Qui le esplosioni continue del vulcano, illuminano la notte con cascate di lapilli e fiumi di lava. Quello che si prova a vedere questo spettacolo, di notte, dal mare, è davvero indescrivibile. Infine di nuovo a bordo del nostro catamarano per il bicchiere della staffa sotto le stelle a salutare una giornata indimenticabile alle isole Eolie…

Martedi:
Dopo colazione, con ancora negli occhi le meraviglie di Stromboli, issiamo le vele e facciamo rotta su Salina la più grande delle Isole Eolie con l’isola di Stromboli ancora nella scia e il catamarano che naviga dolcemente a vela, cullati dalle onde. Quasi ci dispiace fermarci sul lato nord di Panarea a Cala la Nave ma l’incontaminato paesaggio naturale impone una sosta per una mattinata di bagni e sole un aperitivo in allegria, ci accompagna ad un nuovo pranzo a bordo! Ogni scusa è buona per un bell’aperitivo pomeridiano, mentre salpiamo di nuovo l’ancora ma con il cuore palpitante e pieno di aspettative… Facciamo rotta su Salina che ci appare rigogliosa e fiera, mentre a dritta di prua arriviamo e ancoriamo davanti al faro di Lingua, un tranquillissimo paesino delle Eolie fuori dal tempo, dove è possibile assaporare la granita più buona del Mondo! Solo qui infatti, si può capire cosa significhi la granita di gelsi, di fichi o di mandorle in uno scenario simile, con il paesaggio che si tinge dei colori del tramonto, si rimane davvero estasiati della bellezza delle Eolie sono cose che davvero non hanno prezzo… provare per credere!
La sera scendiamo nel paese principale dell’Isola, Santa Marina, dove la serata trascorre tra locali all’aperto, vicoli caratteristici, piazzette e terrazze sul mare, dove è possibile assaporare una cena tipica e/o un dopocena. Per chi volesse cenare a bordo poi, il nostro catamarano ci aspetta sempre all’ancora, sotto il firmamento di stelle tra lumi di candele…

Mercoledi:
Ormai, a bordo del nostro catamarano, la vita di bordo è sempre più armoniosa ed in sintonia con il meraviglioso mare che ci circonda e che ci svela poco a poco le rotte da seguire ed è con questo spirito e con il sole sul viso che circumnavighiamo Salina per arrivare nello scenario incantato di Pollara, set cinematografico del famoso film “Il Postino”. Qui nella bocca di un antico cratere crollato in mare, trascorriamo un’altra mattina tra tuffi, bagni e sole fino ad un nuovo aperitivo e un pranzo sempre più buono.
Nel pomeriggio, in questo stato idilliaco, salpiamo l’ancora issiamo di nuovo le vele, facciamo rotta verso Ovest…Filicudi ci aspetta! L’isola magica appare dopo una navigazione che non ci stanca mai e che finisce sempre troppo presto. Ancoriamo nei pressi di Capo Graziano, sotto i resti di un villaggio preistorico e i muri in pietra a secco costruiti con fatica nei secoli dagli Isolani di nuovo bagni, magari con i delfini o le tartarughe marine che hanno fatto di quest’isola la loro dimora all’imbrunire, con i colori del tramonto che ci riempiono gli occhi.
Scendiamo a terra nel piccolo borgo di pescatori di “Pecorini a mare” dove ci aspetta un aperitivo davvero fuori dal comune, al Saloon bar… in riva al mare, dove i delfini si vedono dalla banchina per cena, si può scegliere tra un rinomato ristorante o un locale banchetto caratteristico dove gli isolani cucinano i tradizionali piatti con gesti antichi onorando tradizioni che vengono da lontano nel buio, sul mare, sotto un cielo stellato che non ha paragoni. Una piccola luce ci indica il nostro catamarano, dove tornare è sinonimo di gioia e pace, un’altra giornata è passata le Eolie, in maniera semplice e naturale…

Giovedi:
Consapevoli che un’altra magnifica giornata ci aspetta, facciamo colazione con calma, gustando i sapori locali che la nostra cambusa ci offre, cullati dal mare, in un panorama unico. Costeggiamo il lato Sud dell’isola, passiamo davanti la grotta della foca monaca e navighiamo verso gli “scogli della Canna”, un gruppo di rocce che si ergono nel mezzo del mare tra Filicudi e Alicudi, dando vita ad un ambiente marino che fatichiamo a credere vero. Qui trascorriamo la mattina…bagni, sole e poi, visto che è giovedì, Gnocchi cozze e pecorino oppure spaghetti ai ricci di mare! Nel pomeriggio, come sempre, con le vele al vento, facciamo rotta verso Vulcano, l’isola dove gli antichi credevano dimorasse Efesto, Dio del fuoco, dove nelle sue fucine lavoravano i Ciclopi. La navigazione, la più lunga di tutto l’itinerario, richiede qualche ora e noi siamo ben felici di godercela tutta fino in fondo, fino a quando, appagati, ancoriamo nella baia di levante, dove James Stevenson, proprietario dell’isola nell’800, ancorava i suoi velieri prima di ripartire per il Regno Unito, carichi di zolfo e malvasia. La sera, cena luculliana a base di pesce da King of Fisch… davvero di nome e di fatto!

Venerdi:
Dopo colazione, è vivamente consigliato l’acquisto di pesce freschissimo dai pescatori locali, per l’ultimo pranzo a bordo della settimana. La mattina, circumnavighiamo l’isola facendo scalo nelle varie incantevoli baie dal faro del Gelso, alla grotta del Cavallo, fino alle piscine di Venere, dove gli antichi dicevano facesse il bagno la Dea. Qui gusteremo il pranzo. Nel pomeriggio continuiamo a risalire il lato ovest dell’isola fino alla baia di ponente dove faremo gli ultimi bagni prima di ripartire con rotta su Lipari, dove è previsto l’ingresso in porto per le ore 18 e dove ci prepariamo a trascorrere l’ultima festosa notte che inizia con un aperitivo da marinai, quali ormai ci sentiamo, nel bar “Luna Quinta”, dove con gli altri equipaggi di passaggio condivideremo gli indimenticabili momenti e le meravigliose esperienze che le Eolie ci hanno regalato e che abbiamo vissuto negli ultimi giorni. Per la cena c’è solo l’imbarazzo della scelta e dopo, festa collettiva nello scenario unico della discoteca Turmalin, per chi volesse chiudere tra musica e ballate, oppure tra le viuzze e i live bar che ci avevano dato il benvenuto solo sette giorni prima, per chi invece ama assaporare la vacanza a vela, come pausa paradisiaca, in un mondo frenetico…

Sabato:
Il sabato è sempre un momento un pò triste, reso un po’ più accettabile dalla consapevolezza che orami sul catamarano saremo sempre “di casa” e che ci aspetterà così, come lo abbiamo indelebile nella memoria, per nuove avventure qui o su altri meravigliosi mari…Lo sbarco è previsto al porto di Lipari alle ore 9:00.

Contatta Que Vaja Bien  Contatta via mail

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono

Periodo che vorresti prenotare (richiesto)

Il tuo messaggio